Archeologia

"Avventura in Calabria"
per 4.000 studenti

Il progetto, dedicato prioritariamente ai comuni ad alta densità criminale, è seguito con particolare interesse anche dalla Scuola Normale di Pisa e altri atenei internazionali, nazionali e regionali, coordinati dal Censis.

"Avventura in Calabria"
per 4.000 studenti
"Sono oltre 10 le scuole già partite alla scoperta delle bellezze della nostra regione e tante altre sono in procinto di studiare le aree archeologiche calabresi". L'Assessore Regionale alla Cultura Mario Caligiuri prende atto dei commenti raccolti in questi giorni da sindaci, dirigenti scolastici, insegnanti, alunni e genitori che hanno partecipato al progetto di educazione all'archeologia 'Calabria Jones', grazie al quale oltre 4.000 allievi visiteranno, fino ad ottobre, alcuni dei più significativi beni culturali della regione.
In tale percorso, martedì 28 agosto, nel Museo Archeologico di Crotone, Caligiuri incontrerà gli alunni della scuola media Vizzone di San Ferdinando, che faranno anche attività laboratoriali diventando "archeologi per un giorno", sotto la guida dei tecnici della Sovrintendenza dei Beni Archeologici della Calabria.

Il progetto, dedicato prioritariamente ai comuni ad alta densità criminale, è seguito con particolare interesse anche dalla Scuola Normale di Pisa e altri atenei internazionali, nazionali e regionali, coordinati dal Censis. Nel mese di settembre l'esperienza, che è stata considerata la più imponente attività di educazione all'archeologia mai fatta in Italia, verrà documentata anche attraverso la presenza di Umberto Broccoli, con la trasmissione radiofonica "Conparolemie", e di Roberto Giacobbo, con la trasmissione televisiva "Voyager".

"Da sottolineare - precisa Caligiuri - le notevoli ricadute del progetto dal punto di vista turistico, visto che l'iniziativa comporterà un incremento delle presenze negli alberghi, dove sono previsti oltre 20 mila pernottamenti, nella ristorazione e nei trasporti, ma anche - continua - uno stimolo per l'esperienza lavorativa per circa 100 i giovani laureati che sono impiegati come guide didattiche per gli studenti".

L'avventura di "Calabria Jones" è approdata anche su Facebook e Youtube. Sono attive in rete due pagine ufficiali di "Calabria Jones": www.facebook.com/calabriajones2012 e www.youtube.com/calabriajones. Sui due link è possibile reperire ogni tipo d'informazione, leggere articoli e visionare video delle esperienze in corso.
"Viviamo in una terra bellissima - conclude Caligiuri - ed é giusto che le nuove generazioni imparino a scoprirla, viverla e, sopratutto, promuoverla. Appunto per questo abbiamo avviato questa operazione culturale".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi