tiro a volo

E' nata l'associazione armieri calabresi

Ne fanno parte quasi tutti i titolari di armerie delle cinque province che hanno anche eletto gli organismi di rappresentanza. L'obiettivo è quello di legittimare il ruolo di un’attività imprenditoriale legata allo sport venatorio ed alla pratica del tiro al volo

tiro a volo

Anche gli armieri calabresi da oggi hanno la loro sezione regionale dell’Associazione Nazionale.  Ne fanno parte quasi tutti i titolari di armerie delle cinque province che hanno anche eletto gli organismi di rappresentanza davanti al notaio. Soci fondatori sono: Edoardo Farina, Antonio Pilò, Carmine Zangaro, Alfonso Zito, Domenico Turro, Gaetano Valenti, Alfredo Costantino, Antonino Fausto Martino, Roberto Sposato, Fortunato Foti, Santo Minniti, Vincenzo Maria Polimeni.  A presiedere l’associazione Gaetano Valenti affiancato come vice da Roberto Sposato, mentre Edoardo Farina è stato eletto tesoriere.  “L’obiettivo –  ha affermato  Edoardo Farina – è quello di legittimare il ruolo di un’attività imprenditoriale legata allo sport venatorio ed alla pratica del tiro al volo. Vogliamo, da subito , aprire un canale di dialogo con le istituzioni pubbliche locali e regionali, per far comprendere l’insieme delle attività connesse con lo sport venatorio e la tiravolistica che in altre realtà offrono opportunità di sviluppo turistico e, quindi, ossigeno per l’economia locale”. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi