Tribunali

Il Cdm salva sei tribunali
in area di "mafia"

I tribunali 'salvati' dalla soppressione nel Consiglio dei Ministri odierno sono Caltagirone e Sciacca, in Sicilia; Castrovillari, in cui sarà accorpato il tribunale di Rossano, Lamezia Terme e Paola, in Calabria

tribunale Paola

Il tribunale di Paola

Via libera del Cdm al provvedimento sulla revisione della geografia giudiziaria. Lo riferiscono fonti di governo: il testo definitivo prevede che i tribunali soppressi siano 31 anziché i 37 previsti in origine.

Le stesse fonti sottolineano che sono "salvi" i tribunali nelle zone ad alta intensità di criminalità organizzata.

Il governo - riferiscono all'Ansa fonti di governo - ha invece confermato la soppressione di tutte le 220 sedi distaccate di tribunali. L'intervento di soppressione riguarda anche 667 uffici di giudici di pace. Nel deliberare il via libera definitivo alla revisione della geografia giudiziaria e nel 'salvare' i tribunali nelle zone ad alta intensità di criminalità organizzata - sempre secondo quanto si apprende - il governo avrebbe tenuto conto dei pareri delle commissioni giustizia di Camera e Senato e di quello espresso dal Csm. I tribunali 'salvati' dalla soppressione nel Consiglio dei Ministri odierno, a quanto apprende l'ANSA, sono: Caltagirone e Sciacca (in Sicilia); Castrovillari (in cui sarà accorpato il tribunale di Rossano), Lamezia Terme e Paola (in Calabria); e Cassino, al quale sarà accorpata la sezione distaccata di Gaeta (nel Lazio).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi