Amantea (Cs)

Sequestrati beni a
imprenditore detenuto

Beni per un valore di 8 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Dia di Catanzaro ad un imprenditore detenuto, Carlo Samà, 58 anni, di Amantea (Cosenza), sorvegliato speciale, accusato di essere un affiliato alla 'ndrangheta.

Dia

Sama', imprenditore nel settore della raccolta dei rifiuti, é stato coinvolto nell'operazione 'Nepetia' contro la cosca Gentile della 'ndrangheta che nel gennaio del 2008 porto' all'arresto, complessivamente, di 40 persone. L'imprenditore, nel processo che è scaturito dall'operazione, è stato condannato per associazione per delinquere di tipo mafioso, condanna che poi è diventata definitiva con la conferma da parte della Corte di Cassazione. Il sequestro dei beni è stato fatto dalla Dia in esecuzione di un decreto emesso dalla Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Cosenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi