Reggio Calabria

Intesa per ottimizzare la mobilità nell’area dello Stretto di Messina

Anas, Consorzio Autostrade Siciliane e Caronte&Tourist

Intesa per ottimizzare la mobilità nell’area dello Stretto di Messina

“Incrociare” dati che oggi ciascuno raccoglie e utilizza in proprio per ottimizzare la gestione dei servizi forniti all’utenza. Insomma, un sistema che consenta l’aggiornamento in tempo reale delle informazioni all’utente in una zona della dell’area dello Stretto, nella quale l’attraversamento con le navi-traghetto rappresenta uno degli snodi più sensibili lungo le grandi direttrici di marcia tra Nord e Sud del Paese. L’obiettivo comune finale è di ridurre i tempi di attesa per i traghetti da e per Villa San Giovanni.

Per riuscire a mettere a regime un sistema integrato e interconnesso dei dati singolarmente raccolti ed elaborati Anas, Cas - Consorzio per le Autostrade Siciliane - e Caronte & Tourist S.p.A. hanno firmato un protocollo di collaborazione. La sottoscrizione è avvenuta ieri a Catania, nel corso degli Innovation Days, uno dei tanti appuntamentiche hanno animato il roadshow dell’Anas “Congiunzioni” che ad inizio settimana aveva fatto tappa proprio a Reggio Calabria, prima di chiudere il proprio viaggio lungo lo Stivale in Sicilia, per festeggiare i 90 anni di attività dell’azienda.

Per effetto dell’intesa l’Anas e il Cas si impegneranno a garantire la massima efficienza delle tratte stradali di competenza, che conducono verso lo Stretto di Messina, il monitoraggio e la gestione del traffico soprattutto nei giorni di esodo, mentre Caronte & Tourist gestirà le tratte navali dello Stretto pianificando i propri servizi. Così l’Anas fornirà i dati raccolti dal sistema Panama, il Cas quelli relativi al sistema informativo di esazione pedaggi, mentre Caronte & Tourist quelli raccolti ed elaborati dal sistema TO.P.Man., in uso presso la propria torre di controllo. Caronte & Tourist, inoltre, concorderà con gli altri due partner dell’intesa l'installazione di nuove postazioni di rilevamento sulle reti stradali per migliorare il costante e corretto funzionamento del progetto.

«L`obiettivo – ha commentato il responsabile della direzione Operation e Coordinamento territoriale dell’Anas Ugo Dibennardo – è di sviluppare un processo di potenziamento del sistema di informazione per migliorare la gestione della mobilità e l’assistenza agli utenti che utilizzano le infrastrutture stradali e autostradali e il sistema di traghettamento verso la Sicilia». Di «protocollo di importanza strategica per le autostrade siciliane» ha parlato il direttore generale del Cas Leonardo Santoro, mentre per il presidente di Caronte&Tourist Antonino Repaci «l’accordo siglato  è una prova evidente che una corretta collaborazione tra imprese ed enti territoriali e nazionali garantisce benefici per l’intera collettività. Un passo in più verso una Sicilia che con la viabilità e trasporti marittimi raggiunge target europei».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Via libera al nuovo stadio

Via libera al nuovo stadio

di Domenico Marino