I dati del ministero

Il problema alcolismo fa paura In Calabria tasso di mortalità alto

Il problema alcolismo fa paura In Calabria tasso di mortalità alto

«La prevalenza dei consumatori di almeno una bevanda alcolica nel 2016 è pari a 77,3% tra gli uomini e 41,8% tra le donne; per queste ultime il valore risulta inferiore alla media nazionale. Tra gli uomini, è superiore alla media nazionale la prevalenza dei consumatori di amari mentre per le donne sono inferiori alla media nazionale le prevalenze delle consumatrici di tutte le bevande considerate. L'analisi dei comportamenti a rischio mostra per le donne valori al di sotto della media nazionale della prevalenza di tutti i comportamenti a rischio considerati, e per gli uomini della prevalenza dei consumatori fuori pasto. Si osserva infine tra gli uomini una diminuzione statisticamente significativa dei consumatori in modalità binge drinking».

Sono questi alcuni dei dati che emergono leggendo il report del ministero della Salute relativo al consumo di alcol tra i giovani e i meno giovani. Uno studio dettagliato che dimostra come ci sia, anche in questo campo, una variabilità piuttosto elevata tra i territori. Le regioni che nel 2014 hanno fatto registrare i livelli più elevati di mortalità (tassi standardizzati) e con valori statisticamente superiori al dato medio nazionale (2,20 per 100.000 abitanti) sono state la Provincia Autonoma di Bolzano (7,67 per 100.000 abitanti), il Friuli Venezia Giulia (3,79 per 100.000 abitanti), il Piemonte (2,71 per 100.000 abitanti), la Calabria (3,01 per 100.000 abitanti) la Sardegna (3,26 per 100.000 abitanti). Al contrario le regioni con i livelli del tasso standardizzato significativamente inferiori al valore medio nazionale sono invece il Lazio (1.75 per 100.000 abitanti) e la Toscana (1,32 per 100.000 abitanti); valori piuttosto bassi (anche se non statisticamente significativi) del tasso si registrano anche in Sicilia (1,90 per 100.000 abitanti), Marche (1,49 decessi ogni 100.000 abitanti), Campania (1,92 decessi ogni 100.00 abitanti).

Più nello specifico gli esperti del ministero hanno anche monitorato la diffusione dei club per gli alcolisti in trattamento «si osserva che nel Nord - Est (Friuli Venezia Giulia, Veneto, provincia autonoma di Trento e di Bolzano ed Emilia Romagna) si concentrano più della metà dei Cat italiani (1.066), uno ogni 10.922 abitanti. All'opposto si evidenzia in alcune regioni del Centro Sud una grossa difficoltà: in Calabria vi è un club ogni 167.000 abitanti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi