Catanzaro

'Ndrangheta: beni per 200 mln confiscati a imprenditore

Provvedimento riguarda società, fabbricati, terreni e auto

tribunale catanzaro

Beni per circa 200 milioni di euro sono stati confiscati all'imprenditore Salvatore Mazzei, 62 anni, di Lamezia Terme. Il provvedimento, emesso dal Tribunale di Catanzaro, è stato eseguito dai carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Catanzaro, del Comando provinciale di Catanzaro e del Gruppo di Lamezia Terme. Sono state confiscate 26 società, 67 fabbricati, 176 appezzamenti di terreno, 13 autocarri, 5 auto, 10 macchine operatrici per cantiere, un motociclo. La confisca è stata preceduta da un sequestro richiesto a conclusione di un'indagine della Dda di Catanzaro diretta dal procuratore Nicola Gratteri e coordinata dall'aggiunto Giovanni Bombardieri. L'indagine, avviata nel 2011, inizialmente dalla Procura di Lamezia Terme e poi trasferita per competenza territoriale alla Procura di Catanzaro, ha permesso di ricostruire un patrimonio acquisito, secondo l'accusa, illecitamente oltre ad una rilevante sproporzione tra i redditi dichiari ed il patrimonio di Mazzei.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi