Rete idrografica

AFOR, 300 lavoratori
in agitazione

Se non riceveranno gli stipendi da lunedì 23 luglio, occuperanno in presidio permanentele sedi A.Fo.R. . “non riusciamo più neanche ad anticipare le spese del carburante per recarci sul posto di lavoro” denunciano gli addetti alla sorveglianza

acquedotto

Proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori della Sorveglianza Idraulica, impegnati nel servizio di monitoraggio delle rete idrografica calabrese. Chiedono al commissario dell’ A.Fo.R. , Mancuso, di  procedere urgentemente al pagamento  delle spettanze arretrate che coinvolgono oltre 300 lavoratori, padri di famiglia con stipendi base di 700 euro. I lavoratori questa volta sono decisi ad andare avanti se non arriveranno risposte concrete. Termine ultimo il fine settimana. Se non riceveranno gli stipendi da lunedì 23 luglio, occuperanno in presidio permanentele sedi A.Fo.R. . “non riusciamo più neanche ad anticipare le spese del carburante per recarci sul posto di lavoro” denunciano gli addetti alla sorveglianza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi