Catanzaro

Report Bankitalia Calabria, timidi segnali di ripresa

In calo il traffico dei container a Gioia Tauro e il numero di passeggeri negli aeroporti, ma sono aumentate le esportazioni di merci e alcuni settori reggono.

Report Bankitalia Calabria, timidi segnali di ripresa

Il porto di gioia Tauro ha registrato un calo del traffico di container dell’11 per cento nei primi nove mesi del 2017. È uno dei dati più eclatanti emersi dal report della Banca d’Italia sull’economia della Calabria presentato stamattina a Catanzaro. Anche il numero dei passeggeri negli aeroporti calabresi nei primi otto mesi dell’anno ha subito un brusco calo riconducibile alla riduzione dei flussi nell’aeroporto di Reggio Calabria e alla chiusura da novembre 2016 dell’aeroporto di Crotone; è lievemente aumentato invece il traffico nell’aeroporto di Lamezia Terme.

Per il resto il direttore della filiale di Catanzaro di Bankitalia Sergio Magarelli ha parlato di timidi segnali di ripresa del quadro congiunturale che fanno seguito a quelli già manifestati nel 2016. La ripresa del settore industriale in regione proseguita seppure a un ritmo contenuto. Ma il processo di accumulazione del capitale resta nel complesso debole.

Nel primo semestre 2017 le esportazioni di merci hanno continuato ad aumentare. Vi ha inciso il contributo positivo dei comparti dell’agro alimentare dei prodotti chimici e dei macchinari. L’attività nelle costruzioni ha mostrato timidi segnali di recupero e sul versante delle opere pubbliche è aumentato il numero dei bandi di gara anche se si è ridotto il valore medio dei contratti. Ma soprattutto l’occupazione nel primo trimestre del 2017 è tornata a crescere dell’1,9% dopo la flessione registrata durante la seconda metà dello scorso anno. L’espansione comune a tutti i comparti è stata trainata dai servizi in particolare da quelli commerciali e turistici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi