Aeroporto Reggio

Per Garofalo, Alitalia ha fatto "scelte poco oculate"

Il vicepresidente della commissione Trasporti della Camera, nell'audizione informale del presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, esprime la propria opinione sulle cause del passivo dello scalo

vincenzo garofalo

L'on. Vincenzo Garofalo

"Parlo da messinese: l'aeroporto a Reggio, il più a meridione della penisola, è necessario come strumento di libertà. E bisogna dirci in faccia la verità: i cinque milioni di euro di perdite al Tito Minniti non sono causati dai voli, che avevano buoni coefficienti di riempimento e venivano apprezzati dai passeggeri ma, semmai, da altre scelte evidentemente poco oculate da parte di Alitalia".

Così il vicepresidente della commissione Trasporti della Camera, Vincenzo Garofalo, nel corso dell'audizione informale del presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio.

"Il tema da affrontare, se non si vuole condannare alla chiusura l'aeroporto - aggiunge - è cosa offrire ai passeggeri perché scelgano il Tito Minniti. Non basta l'impegno della politica. Ci vuole un piano tecnico di interventi che trovi soluzioni e dia vita a un sistema appetibile".

"Si deve intervenire presto - conclude Garofalo - perché se l'offerta rimane quella attuale i cittadini si abitueranno, come stanno già facendo, a non tenere in considerazione questo aeroporto e il danno diventerà irreparabile".

Commenti all'articolo

  • ghorio

    07 Aprile 2017 - 09:09

    Sulla vicenda dell'aeroporto di Reggio Calabria bisogna passare dai proclami e dalle chiacchiere ai fatti concreti, se si vuole rilanciare la Calabria e il turismo.

    Rispondi

  • ghorio

    06 Aprile 2017 - 21:09

    Nella vicenda occorre l'impegno della politica ma con fatti concreti. Quanto ad Alitalia occorre il rafforzamento dei voli, in modo che l'utilizzo dell'areo possa rientrare nella normalità con costi accessibili. Si parla da decenni dello sviluppo turistico della Calabria e questo sviluppo passa dall'aeroporto di Reggio Calabria e vale anche per Messina e le zone limitrofe.

    Rispondi

  • prenesfo

    06 Aprile 2017 - 12:12

    Egregio amico, parli da persona responsabile. D'accordo sul fatto che l'aeroporto di Reggio, il piu' meridionale della penisola, vada mantenuto, strategicamente come strumento di liberta'. Ma da qui a dire che Messina e non parlo dell'Interland, preferisca attraversare il mare d'inverno, anziché rimanere comodamente su Catania..... Difficile recuperare il bacino al di la' della linea Locri- Palmi.

    Rispondi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi