altri mercati

Asse Isis-'Ndrangheta: armi per arte

Alfano : "Abbiamo studiato il 'Pil del terrore' e sappiamo che una delle componenti è il mercimonio delle opere d'arte"

Asse Isis-'Ndrangheta: armi per arte

" Su quanto scrivono i giornali sono, ovviamente, in corso attività di monitoraggio preventivo e anche di indagine laddove ci sono i presupposti. Tutto il fatturato criminale del sedicente stato islamico nasce da una serie di fattori e fra questi la vendita di opere d'arte sfuggite alla furia iconoclasta dei miliziani è una voce importante". Così il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, risponde all'Ansa commentando l'articolo uscito oggi su 'La Stampa' su "Arte antica in cambio di armi, affari d'oro in Italia per l'asse fra Isis e 'ndrangheta". Il ministro Alfano è oggi a Teramo per il convegno "La Riforma Costituzionale e il Senato delle Regioni", organizzato dal Gruppo del Nuovo Centrodestra.

In base all'inchiesta de La Stampa, i pregiati pezzi archeologici arriverebbero nel porto di Gioia Tauro e sarebbero messi sul mercato dalla 'ndrangheta che li pagherebbe con armi che alimentano le azioni criminali dell'Isis

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi