Nicotera

Elicottero per nozze, Pd Calabria: il sindaco si dimetta

"Le sue ultime dichiarazioni, rilasciate agli organi di stampa, sono di una gravità inaudita e non sono in alcun modo conciliabili con una carica pubblica"

Sposini in elicottero, indaga la procura

Foto d'archivio

"Le immediate dimissioni di Franco Pagano dalla carica di primo cittadino di Nicotera sono un atto ineludibile e necessario: le sue ultime dichiarazioni, rilasciate agli organi di stampa, sono di una gravità inaudita e non sono in alcun modo conciliabili con una carica pubblica". Lo affermano, in una nota congiunta, il segretario regionale del Pd Ernesto Magorno e quello provinciale di Vibo Valentia Vincenzo Insardà dopo la vicenda dell'elicottero atterrato nella piazza di Nicotera per un matrimonio. "C'è infatti - proseguono - da rabbrividire nel momento in cui afferma davanti alle telecamere di Rai 3 Calabria che 'I Mancuso hanno cose più importanti da fare che non pensare all'organizzazione di un matrimonio'. Quasi a voler accreditare nell'immaginario collettivo che una delle cosche più potenti al mondo possa svolgere una qualche attività di valore, da classificare in una scala di importanza. Non bastasse la vicenda opaca legata al matrimonio, oggi abbiamo assistito a bocca aperta alle dichiarazioni di un primo cittadino che, evidentemente, non comprende il valore della sua carica, ovvero di essere un rappresentante dello Stato che ha il dovere non solo di fare piena chiarezza sulla vicenda ma anche di alzare una paratia ferma e granitica contro una cosca di 'ndrangheta. E, invece, l'attuale sindaco di Nicotera si spinge in commenti fuori luogo, incompatibili con la sua funzione di primo cittadino e di rappresentante di un'intera comunità". "Siamo certi - concludono Magorno Insardà - che la Procura e la Dda faranno luce sull'accaduto ma nel frattempo c'è un dato politico, ovvero la necessità di porre un primo punto sulla vicenda, restituendo spazio ai cittadini onesti e laboriosi di Nicotera".

"Quanto accaduto a Nicotera, dove un elicottero con una coppia di sposi forse imparentati con la criminalità organizzata è atterrato nella piazza centrale del paese, getta una nuova ombra sull'immagine di una terra già sfregiata da crimini e rischia di rendere vano l'impegno profuso dalle forze dell'ordine che, nonostante le carenze di uomini e mezzi, continuano a lottare per assicurare il rispetto della legalità". Lo sostiene, in una nota, Carlo Mazzuca, segretario di Vibo Valentia del sindacato Ugl-LeS Polizia. "L'avvio repentino delle indagini finalizzate ad accertare la responsabilità di un evento che ricorda quello dei Casamonica a Roma - aggiunge Mazzuca - fa ben sperare, ma crediamo sia necessario un intervento del Ministro dell'Interno che esprima una forte e immediata presa di posizione dello Stato nei confronti di tali avvenimenti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi