catanzaro

Faida Stefanaconi, conferme condanna per 10

La Corte di Cassazione ha confermato 10 condanne su 14 per i componenti del clan Patania di Stefanaconi accusati di omicidio e armi nell'ambito della faida, tra il 2011 e il 2012, tra lo stesso sodalizio e il gruppo dei "Piscopisani".

Faida Stefanaconi, conferme condanna per 10

Per quattro persone, invece, é stato deciso l'annullamento
con rinvio ad una nuova sezione della Corte d'Appello di
Catanzaro. Le condanne annullate riguardano Nicola Figliuzzi,
Giovanbattista Bartalotta, Andrea Patania e Salvatore Lopreiato.
Sentenze di condanna confermate, invece, per Mauro Uras (20
anni), Sebastiano Malavenda (30 anni), Francesco Alessandria (20
anni), Rosalino Pititto (8 anni e 4 mesi), Damiano Caglioti (4
anni ed 8 mesi), Antonio Caglioti (4 anni e 8 mesi) e Caterina
Caglioti (3 anni e 4 mesi).
Condannati anche i collaboratori di giustizia Daniele Bono (6
anni), Vasvi Beluli (13 anni) e Arben Ibrahimi (9 anni e 4
mesi), questi ultimi due sicari macedoni al soldo dei Patania.
Nel processo, denominato "Gringia", erano contestati i
tentati omicidi ai danni di Francesco Scrugli (11 febbraio 2012)
Rosario Battaglia e Raffaele Moscato (21 marzo 2012), Raffaella
Mantella (gennaio 2012), Francesco Calafati (21 marzo 2012) e
Francesco Meddis (26 giugno 2012). Il processo si é occupato
anche degli omicidi di Michele Mario Fiorillo (16 settembre
2011); Giuseppe Matina (20 febbraio 2012), Francesco Scrugli (21
marzo 2012) e Davide Fortuna (6 luglio 2012).
Il collegio di difesa davanti la Cassazione é stato composto
dagli avvocati Giuseppe Di Renzo, Vincenzo Galeota, Franco
Coppi, Giovanni Aricò, Basilio Pitasi, Francesco Calabrese e
Marcella Belcastro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi