Centro Italia

Due calabresi tra le vittime del sisma

Vito Umbro di Polia (Vibo Valentia) e Antonino Napoli di Rizziconi (Reggio Calabria)

Due calabresi tra le vittime del sisma

Antonino Napoli con la moglie

Ci sono anche due calabresi tra le vittime del terremoto che ha devastato il centro Italia. A Pescara del Tronto, frazione di Arquata, si trovava infatti Vito Umbro, 63 anni, marito della “nonna-coraggio”, originario di Polia, centro del Vibonese. Era lì in vacanza con la moglie e i due nipotini, loro salvi per la prontezza di spirito della signora Vitaliana; lui rimasto intrappolato sotto un cumulo di macerie.
E sulla strada delle vacanze trasformatisi in tragedia, il destino di Vito Umbro si è incrociato con quello di Antonino Napoli, di 51 anni (la cui famiglia è originaria di Rizziconi, centro della provincia di Reggio Calabria) altra vittima del violento sisma. Napoli con la moglie Simona De Simoni, entri operatori della Banca Mediolanum di Roma, era in vacanza ad Amatrice dove vivono tre suoi zii. Prima dati per scomparsi, poi il ritrovamento dei corpi. La fine di altre vite.

L'approfondimento nell'edizione in edicola domani

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi