rosarno

Mare sporco, cittadini
occupano i binari

Un centinaio di persone tra commercianti, operatori turistici e cittadini di Nicotera, nel vibonese, hanno occupato per un paio di ore la vicina stazione ferroviaria di Rosarno, nel reggino - che dista solo 7 chilometri - per protestare contro il mare sporco che danneggerebbe la stagione turistica. Ripresa la circolazione dei treni con 2 ore di ritardo

Mare sporco, cittadini occupano i binari

 I manifestanti si sono sistemati sui binari bloccando la circolazione ferroviaria sulla linea Tirrenica. Nei giorni scorsi numerosi commercianti di Nicotera hanno chiuso le loro attività ed insieme ai cittadini sono andati in Comune occupando il Municipio per protestare contro le condizioni del mare.

ore 11.05 - Si è concluso il blocco alla stazione ferroviaria di Rosarno. I manifestanti di Nicotera - ai quali si sono aggiunti col passare dei minuti anche quelli di altri comuni del vibonese - che protestavano contro il mare sporco e le carenze idriche nei loro comuni, hanno deciso di liberare i binari dopo che è giunta una mail dal dirigente del dipartimento Lavori pubblici della Regione Domenico Pallaria che domani sarà a Nicotera per incontrare una delegazione. Il comitato spontaneo inoltre, parteciperà al tavolo tecnico già programmato per mercoledì in Prefettura a Vibo con l'assessore regionale all'ambiente Antonella Rizzo.

ore 11,30 - E' ripresa la circolazione ferroviaria sulla linea Tirrenica dopo che stamani, per circa due ore, la stazione ferroviaria è stata bloccata da una manifestazione. I convogli, dieci in tutto, tra i quali cinque a lunga percorrenza, hanno ripreso la marcia verso le 11 dopo avere accumulato ritardi che, secondo quanto riferito da Trenitalia, arrivano anche a due ore.

89025 Rosarno RC, Italia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi