rosarno

Ai domiciliari coltivava marijuana, arrestato

In manette un 53enne. Nell'orto che era stato autorizzato a coltivare si prendeva cura di 3.888 piante alte in media un metro.

Ai domiciliari coltivava marijuana, arrestato

Aveva deciso di trasformare il suo orto di primizie in una coltivazione intensiva di cannabis indica. Giuseppe Furfaro, di 53 anni, ai domiciliari e autorizzato dal Tribunale a coltivare di giorno il suo podere agricolo, è stato arrestato dai carabinieri a Rosarno con l'accusa di coltivazione e detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. All'interno del suo appezzamento agricolo in contrada Carmine del comune della Piana di Gioia Tauro, i militari hanno trovato 3.888 piante dell'altezza media di un metro. La droga prodotta, per un peso totale di 280 chilogrammi, secondo gli investigatori, immessa sul mercato avrebbe fruttato diversi milioni di euro. Furfaro stava scontando una pena detentiva ai domiciliari perché destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare nell'ambito dell'operazione "Gatta nel sacco" che a Rosarno aveva disarticolato una banda di mandanti ed esecutori di rapine in un esercizio commerciale. L'uomo è stato portato in carcere a Palmi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi