Sanità

Ricetta digitale anche in Calabria

Intesa raggiunta da Regione e sindacati di medicina generale sul pagamento di arretrati e incentivi all’informatizzazione

Ricetta digitale anche in Calabria

Con un paio di mesi di ritardo sulla tabella di marcia, anche la Calabria parte con la dematerializzazione della ricetta Ssn, grazie all’intesa raggiunta da Regione e sindacati di medicina generale sul pagamento di arretrati e incentivi all’informatizzazione, al
centro di una lunga trattativa. Lo rende noto Federfarma sul suo sito. La Calabria era l’ultima regione rimasta indietro, insieme
alla provincia autonoma di Bolzano, che però aveva risolto i suoi problemi e iniziato con la ricetta digitale all’inizio di giugno. In questo modo la ricetta dematerializzata è una realtà in tutte le regioni italiani. In Calabria i medici di famiglia hanno cominciato nei giorni scorsi a prescrivere in modalità 'dem': tra le prime farmacie a ricevere ricette digitali quelle della provincia di Vibo Valentia, ma da quanto spiega Vincenzo Defilippo, presidente di Federfarma Catanzaro, «si stanno mettendo in cammino tutte le province. Noi non possiamo che esserne soddisfatti, visto che le farmacie calabresi erano pronte alla dematerializzazione da almeno un paio di mesi». Federfarma e Regione avevano infatti firmato lo scorso marzo un protocollo d’intesa che impegnava i titolari a formarsi e
attrezzarsi per la digitalizzazione. La transizione alle ricette digitali sarebbe dovuta avvenire a metà aprile, ma la rottura tra Regione e sindacati di medicina generale aveva bloccato tutto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi