cosenza

Spari ad ex consigliere, c'è un fermo

E' un 51enne che la polizia ha fermato per tentato omicidio, l'uomo che ha sparato alcuni colpi di pistola contro un ex consigliere comunale di Cosenza, Roberto Sacco, che é rimasto illeso.

Spari ad ex consigliere, illeso

Sacco, nel momento in cui si é verificato l'episodio, era in auto insieme al figlio, che non é stato neanche lui raggiunto dai colpi di pistola.

É stato fermato con l'accusa di duplice tentato omicidio e condotto in carcere Filippo Rovito, di 51 anni, l'uomo che a Cosenza, nella zona di via Popilia, ha sparato alcuni colpi di pistola contro l'automobile a bordo della quale si trovavano l'ex consigliere comunale Roberto Sacco ed il figlio, Francesco di 20 anni, rimasti entrambi illesi. Il fermo é stato fatto dalla Squadra mobile, che aveva rintracciato Rovito dopo che si era dato alla fuga e lo aveva condotto in Questura, in esecuzione di un provvedimento emesso dal pm di turno della Procura della Repubblica di Cosenza, Donatella Donato. La notizia del fermo é stata data dalla Questura di Cosenza con un comunicato in cui non si fa alcun riferimento al movente del duplice tentato omicidio. Secondo alcune indiscrezioni, comunque, il vero obiettivo dell'agguato sarebbe stato il figlio di Roberto Sacco, nei confronti del quale Rovito avrebbe avuto motivi di risentimento personale che gli investigatori definiscono comunque "futili"

Roberto Sacco, nelle recenti elezioni comunali a Cosenza, si era candidato, senza essere eletto, in una lista a sostegno del candidato a sindaco Enzo Paolini, sconfitto dal primo cittadino uscente, Mario Occhiuto. Secondo quanto é emerso dalle indagini, lo sparatore ha agito da solo. Non é escluso, tra l'altro, che l'uomo abbia qualche problema psichico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi