Vertenza

Caronte&Tourist
l’ora del confronto

Domani vertice, senza l’Orsa. Nota della Commissione di garanzia. In forse lo sciopero del 6 novembre.

sciopero caronte

Nota della Commissione di garanzia che vigila sull’attuazione degli scioperi, con la quale si chiede ai sindacati che hanno indetto la prossima protesta del 6 novembre
di non attuare nella data individuata l’astensione: troppo vicina allo sciopero che s’è concluso ieri. Domani, intanto, si terrà l’atteso incontro tra i dirigenti di “Caronte&Tourist” con le organizzazioni sindacali: sul tavolo, va da sé, i 69 esuberi comunicato dalla società e rispetto ai quali è scattata la mobilitazione. Al tavolo non è stata convocata l’Orsa, che non è firmataria di contratto, ma che rappresenta comunque 73 lavoratori su 372 e che ha proclamato lo sciopero che si è concluso ieri registrando un’adesione senza
precedenti: il 100% dei lavoratori e navi privata in rada per l’intera durata dello sciopero. La società se da un lato continua a inviare segnali distensivi – «nessuno sarà lasciato a piedi» – dall’altro ventila denunce per interruzione di pubblico servizio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi

Arrestato carabiniere per droga

Arrestato carabiniere per droga

di Rosario Pasciuto