Silana-Crotonese

Gli operai Afor
bloccano la statale

E' momentaneamente chiusa al traffico, per una manifestazione indetta dai lavoratori dell'Afor, la strada statale 107 Silana-Crotonese nel territorio del Comune di San Giovanni in Fiore.

Gli operai Afor
bloccano la statale

E' momentaneamente chiusa al traffico, per una manifestazione indetta dai lavoratori dell'Afor, la strada statale 107 Silana-Crotonese nel territorio del Comune di San Giovanni in Fiore. Sul posto sono presenti i carabinieri e il personale dell'Anas per la gestione della viabilità, provvisoriamente deviata su strade provinciali.
 I consiglieri regionali Carlo Guccione, Bruno Censore, Ferdinando Aiello e Antonino De Gaetano hanno presentato un ordine del giorno per sollecitare il saldo degli stipendi arretrati ai lavoratori di Afor e Arssa. "Premesso che l'Arssa non ha ancora provveduto al pagamento e alla copertura degli stipendi dei propri dipendenti per i mesi di ottobre, novembre e dicembre più la tredicesima - è scritto nel testo - e che l'Afor non ha ancora erogato gli stipendi di agosto, settembre e ottobre ai lavoratori forestali e a quelli della sorveglianza idraulica e non ha le risorse necessarie per coprire il pagamento degli stipendi di questi ultimi per quanto riguarda i mesi di novembre, dicembre più la tredicesima, tutto ciò ha creato uno stato di gravissimo disagio tra le migliaia di lavoratori che vivono di questo stipendio". "In queste ore, sono in corso manifestazioni di protesta come l'occupazione della statale 107 in prossimità di San Giovanni in Fiore - prosegue il testo - mentre ieri i lavoratori della sorveglianza idraulica hanno occupato la sede di Cosenza dell'Afor e il presidio idraulico di Vibo Valentia per protestare contro la Giunta regionale per la mancata copertura finanziaria degli stipendi per l'anno 2012". Nel testo dell'Odg si chiede alla Giunta regionale "di porre definitivamente fine a tale situazione, rendendo immediatamente disponibili le risorse necessarie alla copertura finanziaria degli emolumenti pregressi fino al 31 dicembre 2012 o di autorizzare i Commissari Liquidatori di Arssa e Afor a procedere alla richiesta di un'anticipazione bancaria delle somme poste in bilancio destinate ad Arssa ed Afor per poter disporre così delle risorse necessarie per garantire il sacrosanto diritto alla retribuzione mensile ai lavoratori forestali, ai sorveglianti idraulici e ai dipendenti dell'Arssa".
E' momentaneamente chiusa al traffico, per una manifestazione indetta dai lavoratori dell'Afor, la strada statale 107 Silana-Crotonese nel territorio del Comune di San Giovanni in Fiore. 

Sul posto sono presenti i carabinieri e il personale dell'Anas per la gestione della viabilità, provvisoriamente deviata su strade provinciali.
 I consiglieri regionali Carlo Guccione, Bruno Censore, Ferdinando Aiello e Antonino De Gaetano hanno presentato un ordine del giorno per sollecitare il saldo degli stipendi arretrati ai lavoratori di Afor e Arssa. 

"Premesso che l'Arssa non ha ancora provveduto al pagamento e alla copertura degli stipendi dei propri dipendenti per i mesi di ottobre, novembre e dicembre più la tredicesima - è scritto nel testo - e che l'Afor non ha ancora erogato gli stipendi di agosto, settembre e ottobre ai lavoratori forestali e a quelli della sorveglianza idraulica e non ha le risorse necessarie per coprire il pagamento degli stipendi di questi ultimi per quanto riguarda i mesi di novembre, dicembre più la tredicesima, tutto ciò ha creato uno stato di gravissimo disagio tra le migliaia di lavoratori che vivono di questo stipendio". 

"In queste ore, sono in corso manifestazioni di protesta come l'occupazione della statale 107 in prossimità di San Giovanni in Fiore - prosegue il testo - mentre ieri i lavoratori della sorveglianza idraulica hanno occupato la sede di Cosenza dell'Afor e il presidio idraulico di Vibo Valentia per protestare contro la Giunta regionale per la mancata copertura finanziaria degli stipendi per l'anno 2012". Nel testo dell'Odg si chiede alla Giunta regionale "di porre definitivamente fine a tale situazione, rendendo immediatamente disponibili le risorse necessarie alla copertura finanziaria degli emolumenti pregressi fino al 31 dicembre 2012 o di autorizzare i Commissari Liquidatori di Arssa e Afor a procedere alla richiesta di un'anticipazione bancaria delle somme poste in bilancio destinate ad Arssa ed Afor per poter disporre così delle risorse necessarie per garantire il sacrosanto diritto alla retribuzione mensile ai lavoratori forestali, ai sorveglianti idraulici e ai dipendenti dell'Arssa".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi