vibo valentia

Gdf sequestra parte
della rete fognaria

La Guardia di Finanza sta eseguendo il sequestro preventivo di parte della rete fognaria di Vibo Valentia disposto dalla Procura della Repubblica diretta da Mario Spagnuolo.

Gdf sequestra parte  della rete fognaria

 Le indagini che hanno portato al sequestro erano state avviate dopo che nel gennaio scorso si era verificata una voragine in pieno centro abitato, determinata dal cedimento di un cunicolo utilizzato, in modo incontrollato, secondo qanto accertato dalla Procura, come canale di scolo delle acque reflue urbane. Gli accertamenti hanno delineato, oltre ad una serie di reati ambientali derivanti dallo sversamento nel suolo di una cospicua parte degli scarichi fognari, anche una serie di ripercussioni negative sul già compromesso assetto idrogeologico del territorio della città di Vibo Valentia. L'operazione viene eseguita dalla Guardia di Finanza, con l'impiego anche di mezzi aerei, dal Comando provinciale dei vigili del fuoco e dalla Sezione di Polizia giudiziaria - Tutela Ambiente e Territorio della Procura. Prevede anche l'acquisizione di documenti da parte della Guardia di finanza per verificare il corretto impiego di fondi da tempo stanziati dalla Regione Calabria per interventi di adeguamento e manutenzione della rete fognaria del Capoluogo. La Procura, nel provvedimento di sequestro, impone al Comune di Vibo Valentia una serie di prescrizioni e di interventi tecnici per eliminare le condizioni potenziali di pericolo per l'incolumità pubblica che derivano dalla situazione in cui si trova attualmente la rete fognaria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi