Firenze

Sequestrati beni
a imprenditore calabrese

Aveva trasferito i propri interessi economici in Toscana, effettuando ingenti investimenti e acquisendo importanti esercizi commerciali tra cui bar, pasticcerie, pizzerie

DIA

Il personale della Direzione investigativa antimafia di Firenze, al termine di articolate indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Firenze - Direzione distrettuale antimafia, ha sequestrato un rilevante patrimonio mobiliare, immobiliare e societario per un valore stimato di oltre 3 milioni di euro, nei confronti di un imprenditore calabrese che da anni aveva trasferito i propri interessi economici in Toscana. Le investigazioni hanno consentito di accertare come, coadiuvato da "prestanome", egli avesse effettuato, nel tempo, ingenti investimenti acquisendo importanti esercizi commerciali tra cui bar, pasticcerie, pizzerie e diversi appartamenti ubicati a Firenze e a Prato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi