'Ndrangheta

Processo Metastasi, 12 anni a Mario Trovato

Processo Metastasi, 12 anni a Mario Trovato

Mario Trovato, ritenuto dall'accusa uno dei più importanti boss della 'ndrangheta in Lombardia, è stato condannato in tribunale a Lecco a 12 anni di reclusione, a conclusione del processo di primo grado per l'operazione "Metastasi" contro le infiltrazioni della 'ndrangheta nel tessuto economico e politico lecchese. Condannato a due anni l'ex sindaco di Valmadrera (Lecco) Marco Rusconi. Il pubblico ministero Bruna Albertini per lui aveva chiesto la condanna a 8 anni di reclusione.

L'impianto dell'associazione a delinquere di stampo mafioso è stato riconosciuto nel suo complesso dal Tribunale e buona parte degli imputati del processo svoltosi a Lecco e originato dall'inchiesta Metastasi della Direzione distrettuale antimafia di Milano sono colpevoli dei reati contestati. La pena più alta, 12 anni, è quella decisa per Mario Trovato. L'ex sindaco di Valmadrera Marco Rusconi è stato condannato a due anni per la sola turbativa d'asta ma è stata esclusa l'aggravante.

Si è chiuso con 12 condanne e 4 assoluzioni il primo grado del processo Metastasi contro le infiltrazioni della 'ndrangheta nel Lecchese. Oltre a Mario Trovato e Marco Rusconi, il Tribunale di Lecco ha condannato Antonello Redaelli a 10 anni, Antonino Romeo a 8 anni, Massimo Nasatti a 8 anni, Rolando Trovato a 3 anni, Claudio Crotta a 2 anni e 8 mesi, Alexandra Ivashkova a 2 anni e 8 mesi, Stefania Shanna Trovato a 2 anni e 8 mesi, Franco Trovato a 2 anni e 8 mesi, Saverio Lilliu a 2 anni e Gian Guido Mazza a 2 anni. Assolti invece Claudio Bongarzone, Gilvana Goncalves, Alessio Ghislanzoni e Gaetano Mauri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi