Bruciata l’autovettura alla sorella della dottoressa assassinata

Grave intimidazione a Cetraro. Serena Giordanelli è l’ex moglie di Paolo Di Profio reo confesso del delitto

Bruciata l’autovettura alla sorella della dottoressa assassinataa

Lo strano rogo. E l’omicidio. Un incendio doloso ha distrutto, sabato notte, l’automobile di Serena Giordanelli, sorella del medico di base Anna Giordanelli, 53 anni, uccisa il 28 gennaio scorso a Cetraro mentre stava facendo jogging.

Dell’omicidio è accusato Paolo Di Profio, 47 anni, attualmente detenuto, cognato della vittima ed ex marito della proprietaria dell’automobile incendiata.

L’incendio dell’automobile di Serena Giordanelli è avvenuto mentre il mezzo, una Jeep Renegade, era parcheggiato nel giardino dell’abitazione a Cetraro. Le fiamme sono state spente dai vigili del fuoco. Sull’episodio sono in corso le indagini dei carabinieri. L’accusa sostiene che all’origine del delitto ci sarebbe stato un forte risentimento da parte di Paolo Di Profio che accusava la vittima di aver provocato la fine del matrimonio con Serena Giordanelli. Adesso l’incendio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi