Cosenza

Malato di tumore rimasto senza farmaci

La denuncia dei suoi legali Massimiliano e Paolo Coppa: «Non ha il denaro necessario per acquistarli»

Malato di tumore rimasto senza farmaci

Luigi Di Bella

Il professore Luigi Di Bella fa discutere anche da morto. La controversa terapia anti-cancro elaborata dal medico italiano, avversata dalla medicina tradizionale e bocciata sonoramente dal ministero della Sanità dopo una contestata sperimentazione, è infatti oggetto di una contesa giudiziaria. Una contesa che vede contrapposti un paziente affetto da una grave patologia tumorale e l’azienda sanitaria provinciale di Cosenza rea di non erogare il sostegno economico necessario alla somministrazione gratuita all’ammalato dei farmaci previsti dalla terapia. Il paziente, dopo aver formalizzato deglli atti di diffida all’Asp, ha adesso presentato una formale denuncia in procura ipotizzando i reati di inosservanza di un provvedimento dell’autorità e di lesioni gravissime. La denuncia è stata consegnata alla magistratura inquirente dagli avvocati dell’ammalato, Massimiliano e Paolo Coppa.

L'approfondimento nell'edizione in edicola

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi