OLIVERIO

Rosarno bomba sociale

Il Governatore della Calabria chiede l'intervento del ministro Alfano.

Rosarno bomba sociale

"Ho deciso di chiedere un intervento diretto del ministro dell'Interno Angelino Alfano che mi auguro possa essere tempestivo. Con il Prefetto di Reggio abbiamo definito un percorso comune. Grazie a questa sinergia, si sta lavorando per far fronte ad una situazione davvero esplosiva. Non dobbiamo sottovalutarla, né girare la testa dall'altra parte rispetto a questa grave situazione in cui vivono migliaia di persone e che, nella realtà della Piana di Gioia Tauro, costituisce una vera e propria bomba sociale". E' quanto ha affermato il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, che ha presieduto a Catanzaro una riunione operativa per far fronte all'emergenza della tendopoli di San Ferdinando, che ospita oltre mille immigrati. "C'è, anzitutto - ha aggiunto Oliverio - un problema umanitario. Saranno assunte tutte le iniziative necessarie al fine di non caricare sulla popolazione di San Ferdinando il costo dei servizi relativi ai campi degli immigrati. I cittadini devono essere scaricati da questo costo". Alla riunione - informa una nota dell'Ufficio stampa della Giunta regionale - hanno preso parte, oltre al responsabile della Protezione civile regionale Carlo Tansi ed al responsabile dell'Unità operativa emergenze dell'ente Edoardo D'Andrea, i commissari straordinari del Comune di San Ferdinando, i rappresentanti di Sorical, Enel e del Comitato regionale attività produttive ed il Dirigente regionale del settore rifiuti. "Per quanto riguarda i servizi - ha detto ancora il presidente Oliverio - si è decisa la linea necessaria per la loro erogazione consentendo, così, le condizioni minime di vita in questi aggregati. Ovviamente si tratta di misure per l'emergenza perchè dovranno essere assunte altre iniziative".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi