Crotone

L’avvocato arrestato si difende
«Io un legale di Grande Aracri»

I primi interrogatori di garanzia dopo il blitz contro la cosca di Cutro. Il professionista che è accusato di associazione mafiosaha ribattuto a tutte le contestazioni mossegli dalla Procura

L’avvocato arrestato si difende  «Io un legale di Grande Aracri»

La conferenza stampa dopo il blitz

C’è chi ha parlato e ha negato le accuse; chi invece ha scelto di avvalersi della facoltà di non rispondere. Il giorno dopo il blitz di “Kiterion II” che ha visto i carabinieri eseguire 16 provvedimenti, a carico di altrettante persone accusate di essere affilate o colluse alla cosca Grande Aracri di Cutro, si sono svolti a Catanzaro davanti al gip Giuseppe Perri gli interrogatori di garanzia di 9 dei 16 arrestati.

Tra questi anche l’avvocato di Petilia Policastro Rocco Corda, accusato di associazione mafiosa e già indagato a piede libero nel procedimento scaturito dall’operazione “Kiterion” del gennaio 2015, in corso davanti al Gup. Corda che è assistito dagli avvocati Gregorio Viscomi e Saverio Loiero, è accusato di essere uomo di fiducia di Nicolino Grande Aracri per il quale secondo gli investigatori dei carabinieri e della Dda, avrebbe curato investimenti anche all’estero.

L'approfondimento nell'edizione in edicola della Gazzetta del Sud

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi