Catanzaro

Vittima adescata in chat, un arresto

Fermato un bulgaro. Il complice, catanzarese, ha finto di essere una donna per attirare il malcapitato

polizia postale

Avevano attirato un giovane in una trappola, facendogli credere che avrebbe avuto un incontro galante con una donna per poi rapinarlo. 

Il complice era stato arrestato durante la scorsa estate, ora in manette è finito un bulgaro da anni residente a Catanzaro, Krasimir Plamenov Mihaylov, 38 anni, bloccato dagli agenti della squadra mobile di Catanzaro guidata dal dirigente Nino De Santis e dal collega dello Sco, Angelo Paduano,

L’uomo è accusato di essere l’autore della rapina consumata lo scorso 25 settembre 2014, in concorso con il catanzarese Domenico Corapi, già arrestato l’estate scorsa con la stessa accusa. La rapina ha visto vittima inconsapevole un giovane catanzarese, prima attratto via Internet con la promessa di un incontro galante poi malmenato e derubato di quanto aveva in tasca.

L'approfondimento nell'edizione in edicola della Gazzetta del Sud

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi