Catanzaro

Sanità, concorsi a rilento

Nelle tre aziende “hub” tardano le assunzioni autorizzate dal commissario ad acta. Ancora non emanati diversi bandi previsti dal decreto dell’11 agosto

Sanità, concorsi a rilento

 Nonostante l’ultimo decreto autorizzativo risalga ad agosto, il reclutamento a tempo indeterminato del personale necessario a coprire le necessità dei tre ospedali “hub”calabresi dopo lunghi anni di assunzioni bloccate, appare tutt’altro che completato. L’azienda ospedaliera più avanti nell’attuare il piano delle assunzioni al momento è quella dei “Riuniti” di Reggio. Delle 147 unità di personale autorizzate dalla struttura commissariale l’hub reggino è riuscito ad assumerne un centinaio e per tutte le altre ha ultimato le procedure relative ai bandi. L’Azienda ospedaliera “Annunziata” di Cosenza, che deve assumere in tutto 179 unità, al momento ne ha reclutate oltre 120 e per le rimanenti deve ancora ultimare le procedure relative ai bandi. Per l’hub catanzarese Pugliese-Ciaccio, la struttura commissariale ha dato il via libera a 95 assunzioni, delle quali attuate finora oltre 70, con bandi ancora da emanare per le rimanenti. Monta il malumore tra gli aspiranti assunti che chiedono di fare chiarezza sui ritardi delle Aziende nel bandire i concorsi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi