Roma

'Ndranghetista, 3 anni
di sorveglianza

Tre anni di sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, con obblighi di soggiorno nel comune di Roma, di presentazione alla stazione dei carabinieri di San Basilio

giustizia

Tre anni di sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, con obblighi di soggiorno nel comune di Roma, di presentazione alla stazione dei carabinieri di San Basilio. E' la misura adottata dal sezione Misure di Prevenzione del tribunale di Roma nei confronti di Salvatore Ruggiero, 60 anni, uno dei due esponenti della 'Ndrangheta (l'altro è Rocco Rotolo) sotto processo per Mafia Capitale con l'accusa di associazione per delinquere di stampo mafioso. Tale misura scatterà una volta che Ruggiero avrà espiato, in caso di condanna, la pena che gli dovesse essere inflitta. Alla base della decisione la "pericolosità sociale" dell'imputato. In particolare, si legge nel provvedimento emesso dal giudice Guglielmo Muntoni, la "propensione all'utilizzo di armi da fuoco da parte di Ruggiero (fu condannato per omicidio ndr) è indice rivelatore di una pericolosità sociale di elevatissimo spessore". A sollecitare la misura è stata la Direzione Distrettuale Antimafia di Roma. Nel processo a Mafia Capitale i due 'ndranghetisti rispondono di essere stati il collegamento tra il clan calabrese dei Mancuso e l'organizzazione romana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi