Crotone

Pagano Iva, beni dissequestrati a due società

Al sequestro per equivalente segue il pagamento del debito tributario. Dopo che le società hanno chiesto un piano di rateizzazione all'Agenzia delle Entrate, disposto il dissequestro prevedendo una cauzione a garanzia

guardia di finanza

Al sequestro per equivalente segue il pagamento del debito tributario. E' quanto accaduto nei giorni scorsi in seguito all'attività disposta dal Tribunale di Crotone che, per l'omesso versamento dell'Iva da parte di due società, ha prima ordinato il sequestro delle somme all'epoca non versate, eseguito dalla Guardia di finanza, e dopo che le società hanno chiesto un piano di rateizzazione all'Agenzia delle Entrate, ha disposto il dissequestro prevedendo una cauzione a garanzia.

Dopo due distinti accertamenti effettuati dall'Agenzia delle Entrate di Crotone, il gip, su richiesta della Procura, ha disposto il sequestro di 266.155 nei confronti di una società con sede a Cirò Marina e di 495.848 nei confronti di una seconda società con sede a Crotone. Provvedimenti eseguiti dalla Guardia di finanza che ha proceduto a sequestrare i fondi presenti sui diversi conti correnti delle due distinte società. In costanza del provvedimento cautelare i rappresentanti legali delle due società si sono rivolti all'amministrazione finanziaria per il pagamento delle imposte all'epoca liquidate ma non versate, accedendo ad un piano di rateizzazione. Ciò ha convinto il Tribunale ad accettare le istanze di dissequestro presentate dai legali dei due amministratori. (ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi