Catanzaro

Calabria Verde nel mirino

Campagne antincendio fra inchieste penali, ricorsi al Tar e veleni politici. Domani l’udienza su un mega-appalto per il servizio aereo

Calabria Verde nel mirino

Fuoco incrociato sull’azienda regionale Calabria Verde fra inchieste giudiziarie, contenziosi amministrativi e polemiche politiche. Domani delicata udienza al Tar di Catanzaro, chiamato ad esprimersi sulla richiesta di sospensiva dell’aggiudicazione di una gara d’appalto da 8 milioni per il servizio aereo antincendio. Ricorrente è la società “Elimediterranea”, da tempo impegnata nel settore in Calabria e finita anche in un’indagine della Guardia di Finanza di Palermo. Ma sullo sfondo ci sono anche due inchieste penali. La Guardia di Finanza ha già acquisito nella sede di Catanzaro gli atti di un’altra gara d’appalto, poi revocata, quella da 32 milioni di euro per l’acquisto con fondi comunitari di automezzi speciali destinati a contrastare il dissesto idrogeologico e di attrezzature per l’antincendio boschivo. E sulla perdita dell’ingente somma interviene il consigliere regionale democrat Carlo Guccione, che chiede perentoriamente di «fare chiarezza senza alcuna omertà».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi