Paola

Acqua inquinata, la Sorical punta il dito sul Comune

A Paola si allarga la polemica sul servizio idrico. Il sindaco Basilio Ferrari ipotizza sabotaggi sulla rete I cittadini sul piede di guerra: paghiamo bollette altissime

Acqua inquinata, la Sorical punta il dito sul Comune

 Acqua inquinata, Sorical si “lava le mani”. E la minoranza scrive al prefetto. Ivan Ollio, Carlo Gravina e Roberto Perrotta fanno presente: «chiediamo un suo autorevole intervento per verificare l’assurda ed incresciosa problematica del servizio idrico integrato in essere da più tempo nel comune di Paola. Nel nostro Comune i cittadini da un lato sono vessati da tariffe esorbitanti (circa euro 3,60 al mc) e ritenuti illegittimi dall’Autorità nazionale per l’energia elettrica, il gas e i sistemi idrici e dall’altro lato sono costretti ad avere spesso o la mancanza dell’acqua pubblica o la non potabilità con disagi evidenti e rischi enormi. La informiamo che la opacità dell’ordinanza sindacale n. 54/2015 ha ingenerato nella città una serie di voci che preoccupano e mettono ansia la popolazione e che la mancanza di chiarezza dell’ente comunale ha prodotto notizie incontrollate e incontrollabili con varie giustificazioni sulla causa di tale inquinamento».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi