Reggio Calabria

Ticket contraffatti per saltare la coda alle Poste

A Reggio tre persone sono state denunciate dai carabinieri. Per riscuotere la pensione distribuiti agli amici dei bigliettini paralleli

Ticket contraffatti per saltare la coda alle Poste

A Reggio tre persone (rispettivamente di 68, 46 e 30 anni di età) avevano studiato un sistema per anticipare gli utenti il giorno della riscossione della pensione che già all’alba, molto prima che aprisse lo sportello della filiale di Archi, cintura urbana nord della città. La sera precedente il terzetto distribuiva i bigliettini numerati, scritti a mano, consentendo agli utenti che ne erano stati beneficiati di ritirare, il mattino seguente, il ticket ufficiale con lo stesso numerino stampato, emesso dalla macchinetta salta code installata all’interno dell’ufficio postale, dove il trio si introduceva prima dell’orario di apertura ufficiale al pubblico. Un marchingegno perfetto che consentiva agli amici di presentarsi alle Poste all’orario di apertura e riscuotere dopo una manciata di minuti l’agognata pensione proprio mentre gli altri, qualcuno anche da ore piazzato sull’uscio d’entrata dell’ufficio, venivano misteriosamente superati. Un trucchetto che è costata la denuncia a piede libero per i tre reggini, che adesso rispondono del reato di interruzione di pubblico servizio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi