Rosarno

PM chiede ergastolo
Giovinazzo

Il pm Mario Formisano, titolare dell'indagine sull'omicidio del rom Emanuele Fé avvenuto a Maceratola di Foligno, nel corso del processo con giudizio abbreviato ha chiesto la condanna all'ergastolo per Giovinazzo - orginario di Rosarno - e la pena a 20 anni di reclusione per i presunti complici Michele Candido e Nazareno Tiradossi

PM chiede ergastolo 
Giovinazzo

Un agguato programmato" per il quale Salvatore Giovinazzo, 37 anni, originario di Rosarno, "merita di essere condannato all'ergastolo": il pubblico ministero Mario Formisano, titolare dell'indagine sull'omicidio del rom Emanuele Fé avvenuto a Maceratola di Foligno il 23 maggio 2011, nel corso del processo con giudizio abbreviato ha chiesto la condanna all'ergastolo per Giovinazzo e la pena a 20 anni di reclusione per i presunti complici Michele Candido e Nazareno Tiradossi. Nella quantificazione della pena il sostituto procuratore ha tenuto conto del fatto che Candido e Tiradossi fosse incensurato. Secondo la ricostruzione accusatoria e sulla base degli interrogatori resi dagli imputati, a sparare materialmente sono stati Giovinazzo e Candido. Quest'ultimo, però, ha negato di aver premuto il grilletto della pistola, sostenendo di aver preso solo parte all'agguato. La procura di Perugia contesta a tutti e tre gli imputati i reati di omicidio premeditato, tentato omicidio e porto abusivo di armi da fuoco contraffatte. Nel corso dell'udienza preliminare svolta stamani nell'Aula degli affreschi, il legale di parte civile, Aurelio Pugliese, che assiste i familiari della vittima, ha ribadito la richiesta risarcitoria di 20 milioni di euro complessivi. Si torna in aula il 20 settembre con le arringhe della difesa. Il gup Luca Semeraro emetterà la sentenza il 9 ottobre al termine delle eventuali repliche e della camera di consiglio. (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi