'Ndrangheta

Beni sequestrati
nel Torinese

Nel mirino due imprenditori accusati di riciclare i guadagni illeciti delle cosche in Piemonte

Sequestro di beninel Torinese

Beni per 700 mila euro, tra conti bancari, ville e appartamenti, sono stati sequestrati - su disposizione della Procura di Torino - dalla guardia di finanza a due imprenditori accusati di riciclare i guadagni illeciti della 'Ndrangheta in Piemonte. Si tratta di C.D., 45enne torinese, già comparso nei processi Minotauro, San Giorgio e Esilio, e di N.E., 66enne di Rivoli. Singolari le modalità con cui quest'ultimo consegnava il denaro contante, all'interno di insospettabili sacchetti di pane. (A.A.).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi