Locride

Jonica, si torna a viaggiare in treno

Parzialmente sanata la ferita a Marinella di Bruzzano. Continuano i lavori sulla Statale 106. Piccoli centri ancora in difficoltà, a Grotteria la priorità è il ritorno a casa di 38 sfollati

Ferrovia ripristinata

 Riattivata la linea ferroviaria tra Reggio Calabria e Roccella. Ieri con la posa degli ultimi segmenti di binari nel tratto ricostruito della massicciata in località Marinella di Bruzzano, spazzato via dall’alluvione che la scorsa settimana ha devastato la Locride, i lavori sono stati praticamente completati. Nel cuore della notte era in programma l’ultima verifica della stabilità dell’opera e da oggi riprenderà regolarmente il transito dei treni. Il “miracolo” (il lavoro è stato completato con due giorni di anticipo sui tempi previsti) è stato possibile per il grande dispiego di mezzi e di uomini oltre alla sinergia tra 4 aziende. Intanto, per sanare del tutto la ferita aperta dal maltempo, si lavora alacremente per riattivare i collegamenti anche sulla 106. Ieri, infine, il prefetto di Reggio Claudio Sammartino ha visitato alcuni del centri più colpiti, come Palizzi Superiore, Bruzzano e Ferruzzano, mentre a Grotteria si è riunito il consiglio comunale: qui la priorità è far tornare a casa le 38 persone ancora sfollate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi