bologna

Aemilia: 50 chiedono abbreviato,
quasi tutti capi

Sono una cinquantina le richieste di processo in rito abbreviato, tra cui quasi tutti i presunti capi dell'organizzazione 'ndranghetistica alla base dell'inchiesta 'Aemilia

giustizia faldoni pratiche

 Le hanno formulate i legali nell'udienza preliminare in corso a Bologna, dopo che il Gup Francesca Zavaglia aveva chiesto l'orientamento delle difese. Alcune posizioni potrebbero essere stralciate già nelle prossime udienze, mercoledì e venerdì, quando potrebbero aggiungersi ulteriori richieste. Tra chi vuole essere processato allo stato degli atti, con la riduzione di un terzo della pena, ci sono dunque Nicolino Sarcone, considerato dall'inchiesta dei Pm Marco Mescolini e Beatrice Ronchi, il promotore e dirigente dell'associazione. E' al 41 bis, così come altri capi che hanno fatto la stessa richiesta: Alfonso Diletto, Romolo Villirillo, Francesco Lamanna, Antonio Gualtieri e Salvatore Cappa (per l'accusa uno degli organizzatori). 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi