Vibo

Operavano nell’edilizia
raggirando il fisco

Il provvedimento di sequestro preventivo disposto dalla Procura nei confronti di Maria Elena Carmela Lo Bianco e del marito Rosario Lo Bianco. Sotto chiave due aziende, appartamenti, un capannone, mezzi, una Porsche Cayenne e conti correnti.

Operavano nell’edilizia 
raggirando il fisco

L’hanno chiamata “Tax Free” (tassa libera). Un modo come un altro per gli inquirenti per far capire come venivano eluse le tasse. Un meccanismo che, secondo quanto accertato dagli uomini del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza, è andato avanti dal 2006 al 2009. Dai controlli e dalle verifiche effettuate nei confronti della Elle Erre Costruzioni Srl, operante nel settore dell’edilizia, è stata scoperta una consistente evasione alle imposte sui redditi – 20 milioni di euro di elementi positivi non dichiarati – con conseguente denuncia dei titolari. Inoltre le Fiamme Gialle, che hanno agito sotto le direttive del comandante del Nucleo di Polizia Tributaria Michele Di Nunno e del colonnello Paolo Valle, hanno accertato l’utilizzo di ben 108 operai in nero e 28 lavoratori irregolari. Da qui il sequestro di beni disposto dal sostituto procuratore Michele Sirgiovanni per un ammontare complessivo di circa tre milioni di euro a garanzia dei crediti erariali.

Gli inquirenti non hanno mancato di evidenziare che Maria Elena Carmela Lo Bianco e il marito Rosario Lo Bianco, sono la figlia ed il genero del più noto Carmelo Lo Bianco, detto “Sicarro”, ritenuto uno dei capi storici della omonima famiglia di ‘ndrangheta operante sulla città.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi