Aterp Cosenza

Funzionario arrestato
indagato ex assessore

Oltre a Oscar Fuoco, il dipendente dell'Aterp arrestato nell'operazione condotta dalla polizia di Cosenza per corruzione e falso in atto pubblico, tra gli indagati, a vario titolo, ci sono anche l'ex assessore provinciale di Cosenza Pietro Mari, di 63 anni, Raffaele Gentile, di 66, sindacalista della Uil e fratello dell'assessore regionale ai Lavori pubblici, Pino e del senatore del Pdl Antonio e Giuseppe Marchese (69), medico in pensione, ex direttore generale.

 oscar fuoco

Oscar Fuoco mentra lascia la Questura

Nell'elenco delle persone indagate, nell'ambito dell'inchiesta che ha messo in luce un sistema di illegalità che faceva perno proprio sul ruolo di Fuoco ci sono anche la moglie del funzionario Maria Leonetti (53), dipendente del Comune di Cosenza, e il loro figlio Oscarmaria (29), anche lui impiegato all'Aterp. E ancora Francesco Bruno (50), dipendente Aterp; Sabina Barresi (55), architetto, già responsabile pianificazione al Comune di Cosenza; Ernesto Filice, ingegnere dipendente dell'Aterp e gli imprenditori, padre e due figli, Eduardo (64), Francesco (43) e Cosmo Staffa (48) che svolgevano sistematicamente lavori su incarico dell'Aterp. Coinvolte anche due guardie giurate in servizio all'Aterp, Giuseppe Porco (50) e Fabrizio Intrieri (38). Il sistema, con il coinvolgimento della criminalità organizzata, rendeva possibile - secondo quanto emerso dall'indagine - la realizzazione di ristrutturazioni di immobili abusivi che venivano trasformati in locali dove trovavano ubicazione esercizi commerciali. In questo contesto venivano affidati anche lavori di somma urgenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi