Sole 24 Ore

Reggio, difficile
quantificare il "rosso"

"Per Reggio Calabria impossibile quantificare il 'rosso'". E' quanto scrive il quotidiano economico "Il Sole 24 ore", in un articolo dedicato alle vicende contabili della città calabrese dello Stretto, in una pagina dedicata ai conti degli enti locali "a rischio" in vista del Consiglio dei ministri di giovedì che si occuperà di un decreto legge sul cosiddetto fondo anti-dissesti.

Reggio, difficile
quantificare il "rosso"
"Per Reggio Calabria impossibile quantificare il 'rosso'". E' quanto scrive il quotidiano economico "Il Sole 24 ore", in un articolo dedicato alle vicende contabili della città calabrese dello Stretto, in una pagina dedicata ai conti degli enti locali "a rischio" in vista del Consiglio dei ministri di giovedì che si occuperà di un decreto legge sul cosiddetto fondo anti-dissesti.

Nell'articolo del quotidiano economico si parla della relazione che gli ispettori della Ragioneria generale dello Stato hanno redatto un anno addietro e nella quale "hanno cercato - precisa il giornale - di raccapezzarsi nei conti chiusi fra 2007 e 2010 quando il comune era guidato dall'attuale governatore della Calabria Giuseppe Scopelliti. Districandosi fra gli 'artifici contabili' e le 'pesanti irregolarità'' che secondo la relazione finale costellavano i bilanci, gli 007 dei conti mandati da Roma hanno messo nero su bianco un disavanzo da 160 milioni di euro. Una stima, avvertiva la stessa Ragioneria, che va considerata 'approssimata per difetto', perché lo stato dei conti comunali non permette di azzardare certezze".

Il giornale, che riferisce dell'allarme suonato l'estate scorsa dalla Corte dei conti, cita, inoltre, la cifra di 301 milioni di euro "che è - è spiegato nel testo - l'indebitamento complessivo indicato nel conto consuntivo 2009 (ultimo disponibile) esclusi quindi i disavanzi degli anni successivi". (ANSA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi