Carabinieri

Cambia Comandante
Legione Calabria

A Mariggiò, che assume, al Ministero dell'Interno, la direzione del Primo servizio dell'Ufficio di coordinamento e pianificazione delle forze di polizia, è subentrato il generale Andrea Rispoli

Cambia Comandante 
Legione Calabria

Andrea Rispoli

Avvicendamento stamattina al Comando Legione carabinieri della Calabria. Al generale Aloisio Mariggiò, che assume, al Ministero dell'Interno, la direzione del Primo servizio dell'Ufficio di coordinamento e pianificazione delle forze di polizia, è subentrato il generale Andrea Rispoli, proveniente dallo Stato maggiore della Difesa. La cerimonia per lo scambio delle consegne si è svolta stamattina a Catanzaro, alla presenza delle autorità civili, politiche e militari.

Alla cerimonia ha presenziato il Comandante interregionale "Culqualber", generale di Corpo d'armata Riccardo Amato. Il generale Mariggiò, prima di assumere nel novembre del 2013 il comando della Legione, aveva già lavorato in Calabria come comandante provinciale dell'Arma prima a Catanzaro e poi a Cosenza. "Il periodo di permanenza in Calabria - ha detto Mariggiò - ha rappresentato per me una grande esperienza sul piano professionale ed umano. Mi restano, in questo senso, ricordi che resteranno indelebili. Rivolgo un ringraziamento sentito all'intera collettività, ai rappresentanti istituzionali ed a tutti i carabinieri che mi sono stati vicini". Il generale Rispoli ha assicurato il suo "massimo impegno" per il suo nuovo incarico "che svolgerò - ha detto - nel segno della continuità con il generale Mariggiò", definendo la Calabria "una regione meravigliosa". Per il generale Amato, "il cambio al Comando della Legione Calabria dei carabinieri rappresenta una tappa importante. Il generale Mariggiò - ha aggiunto - ha dato molto alla Calabria, con un impegno generoso e spassionato cxhe gli ha consentito di ottenere risultati importanti grazie anche al buon coordinamento con le altre forze di polizia. Andiamo avanti adesso proseguendo nel nostro impegno per debellare nella regione la presenza della criminalità comune e organizzata". Alla cerimonia hanno assistito, tra gli altri, il Procuratore generale di Catanzaro, Raffaele Mazzotta; il Procuratore della Repubblica, Vincenzo Antonio Lobardo, insieme all'aggiunto, Giovanni Bombardieri; il Procuratore della Repubblica di Vibo Valentia, Mario Spagnuolo, ed il Prefetto vicario, Massimo Mariani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi