rifiuti

Varato piano
emergenza estiva

A vararlo il commissario straordinario, Vincenzo Speranza. Andrà in vigore il 2 luglio. Fino al 15 settembre l’apertura degli impianti anche di sabato e di domenica. Tutti i particolari provincia per provincia

discarica pianopoli

Per scongiurare il rischio emergenza rifiuti in estate il commissario straordinario, Vincenzo Speranza, ha predisposto un piano operativo che andrà in vigore il 2 luglio prossimo. Un piano per superare al meglio le note criticità del sistema che durante la stagione estiva si acuiscono vuoi per l’incremento nelle presenze, vuoi per il caldo torrido che rende inaccettabile una raccolta non puntuale. Il programma stilato dall’Ufficio del Commissario per l’Emergenza Rifiuti  prevede fino al 15 settembre l’apertura degli impianti anche di sabato e di domenica. Per quanto riguarda la provincia di Cosenza, grazie ad un accordo con il neo sindaco di Cassano allo Jonio, nella discarica della cittadina jonica potranno conferire altri 17 comuni del comprensorio. Cosi come è stato autorizzato l’utilizzo dell’impianto di San Giovanni in Fiore, gestito dal Consorzio Valle Crati, per altri comuni del cosentino. A Scalea è stato dato l’ok per l’apertura di una stazione di trasferimento per superare l’emergenza estiva. Provvedimenti che vanno ad alleggerire il conferimento nella discarica di Bucita a Rossano con conseguente diminuzione anche del transito degli autocompattatori che creano molti disagi alla circolazione in prossimità della città jonica, meta di turisti e vacanzieri. Nel crotonese sono allo studio alcuni provvedimenti per l’utilizzo degli impianti  della Sovreco e della discarica di Scala Coeli. Per il 3 luglio è convocata una riunione presso l’Ufficio del Commissario per l’Emergenza Rifiuti con i sindaci del comprensorio di Scala Coeli e del crotonese per esaminare la situazione complessivamente. Su Reggio a dare una mano al commissario Speranza è attivato il provvedimento di dissequestro della discarica di Casignana, a cui erano stati apposti i sigilli nei mesi scorsi nell’ambito di una inchiesta antimafia della DDA di Reggio Calabria. La disponibilità dell’impianto evita una possibile emergenza rifiuti durante i mesi estivi e alleggerisce il conferimento nella discarica di Siderno.  

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi