S. Giovanni in F.

Caccia agli aggressori
del gioielliere

Indagini a tutto campo per scovare gli autori della feroce rapina di mercoledì scorso. I banditi quasi certamente d’origine slava. Lunedì il giovane sarà operato a Catanzaro. Il sindaco: atto gravissimo che occorre non far passare invano.

Caccia agli aggressori 
del gioielliere

Le indagini proseguono senza sosta. C’è una grande determinazione da parte dei militari dell’Arma di acciuffare i malviventi. Circolano indiscrezioni che qualche avventore
abbia fatto in tempo a segnare il numero di targa dell’Uno bianca, a bordo della quale c’era il complice dei due brutali picchiatori. Il quarto bandito, invece, ha atteso i suoi
compari all’incrocio della Statale 107. C’è, dunque, oltre che un problema di giustizia, una volontà immensa di assicurare alla giustizia i quattro balordi. Per questo, tra i militari di stanza in città, guidati dal luogotenente Antonio Pantano, e i colleghi di Cosenza, coordinati dal maggiore Matteo Salvatori, in ogni ora c’è un’intenso lavoro investigativo. Nei momenti della colluttazione, dopo essere scappati, sembra che i due malviventi si siano espressi con un accento straniero, verosimilmente vicino alle lingue parlate nell’Europa dell’Est. In tutto questo dramma, forse l’unica consolazione è che Salvatore Crivaro non rischia la vita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi