Crotone

Sanità: mobilitazione
contro l’atto aziendale

Vallone al termine di una riunione ha annunciato la convocazione della conferenza dei sindaci per fermare il provvedimento del direttore generale dell’Asp. Amministratori e dirigenti sindacali contestano la previsione di reparti ospedalieri privi di posti letto.

ospedale Crotone

È stata convocata una conferenza dei sindaci dell’Asp per discutere l’atto aziendale, redatto senza consultare i sindaci e già inviato alla Regione per l’approvazione. È l’esito della riunione svoltasi ieri pomeriggio nella sala consiliare del palazzo comunale, convocata dal sindaco Peppino Vallone. All’incontro hanno partecipato alcuni sindaci del territorio, rappresentanti di associazioni e dirigenti sindacali. È stato inoltre deciso di inviare alla Regione Calabria una diffida ad approvare l’atto aziendale e di tenere un sit-in davanti all’ospedale per protestare contro le previsioni contenute nell’atto: tra queste la chiusura di fatto del reparto di nefrologia, che pur restando struttura complessa
dal 15 settembre perderà i suoi posti letto e dove non si potranno fare più ricoveri. Nella sua introduzione Vallone ha contestato la decisione del direttore generale dell’Asp Rocco Nostro di non inviare alla conferenza dei sindaci l’atto aziendale, sostenendo la totale illegittimità dello strumento approvato senza il parere dei sindaci del territorio.
Il sindaco ha ricordato che la conferenza l’anno scorso aveva bocciato l’atto aziendale all’unanimità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi