Università Magna Grecia

Ateneo, nomine
al vaglio del Tar

Il rinnovo del Consiglio d’amministrazione della Fondazione Umg non è andato giù al docente Fulvio Gigliotti. Chiesto ai giudici anche un risarcimento danni. L’udienza il 20 settembre.

Ateneo, nomine 
al vaglio del Tar

Finisce all’esame dei giudici amministrativi il rinnovo del Consiglio d’amministrazione della Fondazione Università Magna Græcia. Ad innescare la miccia sono due delibere
votate una dal Senato accademico e l’altra dal Consiglio d’amministrazione, con le quali vengono rinnovati i prestigiosi incarichi direttivi della Fondazione da cui è rimasto
fuori il prof. Fulvio Gigliotti, già componente dello stesso Cda.
Sulla base del presupposto di essere stato “revocato” da tale carica - per la verità tutto da verificare da parte del Tar - il docente ha chiesto ai giudici amministrativi «l’a n n u l l a m e nto previa sospensione dell’e f f icacia» delle due delibere «nei punti recanti modifiche della Statuto della Fondazione Università Magna Græcia» (è stato
ridotto il numero complessivo dei componenti del Consiglio d’amministrazione), delle quali «il ricorrente è venuto a conoscenza in occasione della vicenda alla quale si riferisce la presente controversia»; chiesto, inoltre, l’a n n u llamento della delibera del CdA dell’Università degli studi Magna Græcia, assunta il 4 luglio scorso, che riguarda il rinnovo del Cda e «l’implicita, parziale, sostituzione del precedente organismo». Nel ricorso si chiede, infine, «il risarcimento dei danni causati e causandi dal provvedimento impugnato"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi