Catanzaro

Prostituta derubata
li denuncia, 2 arresti

Ventenni in manette al termine di un rocambolesco inseguimento concluso in viale Magna Grecia. Il pm ha concesso i domiciliari in attesa dell’udienza. Chiesti 300 euro per restituire i cellulari e la carta di credito, ma la Polizia intercetta la “proposta indecente”.

Prostituta derubata 
li denuncia, 2 arresti

Scene da Far West, a Catanzaro Lido, al termine di una storia costata le manette a due giovanissimi, il 21enne Rosario Agirò ed il 22enne M.M. (la Polizia ha fornito soltanto le iniziali perché la sua posizione sarebbe meno grave), entrambi arresti per rapina e tentata estorsione ai danni di una cittadina extracomunitaria, che soggiorna in provincia di Reggio Calabria ed esercita la prostituzione a Catanzaro. Gli arresti sono stati effettuati mercoledì, ma la notizia è stata resa nota ieri, dagli agenti della Squadra Mobile e dall’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura. Secondo la ricostruzione degli investigatori, Argirò avrebbe contattato la straniera qualche giorno fa, concordando un punto di incontro per ottenere una prestazione sessuale. Uno dei tanti annunci di prestazioni a pagamento - magari camuffate da massaggi e trattamenti rilassanti - ai quali fioccano le risposte da parte di giovani e meno giovani. Tutto sarebbe filato liscio, come tante altre volte, per la “lucciola” extracomunitaria. La storia avrebbe imboccato il verso sbagliato quando, sembra dopo avere retribuito la prostituta, Argirò secondo l’accusa avrebbe maltrattato la donna rubandole la borsa contenente tre telefoni cellulari, documenti d’identità ed una carta prepagata Poste-pay.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi