Soverato

Ginecologia, pesanti
accuse di Taverniti

Il primo cittadino in conferenza stampa ha sostenuto che il reparto rischia di chiudere per agevolare gli scopi personali di qualcuno. «Non resterò con le mani in mano e ho già scritto al direttore generale dell’Asp. Prossimo passo la Procura».

taverniti

Nel corso della conferenza stampa svoltasi nella sala Giunta del Palazzo di città di Soverato, il sindaco Leonardo Taverniti ha espresso, senza mezze misure, il suo rammarico per quanto sta accadendo al reparto di Ginecologia dell’ospedale di Soverato. Un’altra doccia fredda in quanto - così come afferma Taverniti - il reparto rischia di chiudere entro dicembre, perché quest’anno il numero dei parti previsti dalla normativa nazionale (500) non avrebbe ancora raggiunto la soglia richiesta. Problema, questo, che non si è posto nel 2011 poiché si sono registrate 530 nascite. Ciò che irrigidisce maggiormente il primo cittadino sono le cause di questa, sempre a suo dire, paventata chiusura: «Il problema sta nelle motivazioni che hanno creato questa assurda situazione, ossia il raggiungimento di scopi personali e strategie che porteranno il reparto alla deriva solo per garantire a qualcuno nuovi traguardi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi