Caligiuri

Calabria Jones
"iniziativa imponente"

"I ragazzi devono essere i primi portatori delle nostre ricchezze culturali, in modo particolare di quelle archeologiche considerato che abbiamo aree più vaste di quelle di Roma e di Pompei".

Calabria Jones
"iniziativa imponente"
"I ragazzi devono essere i primi portatori delle nostre ricchezze culturali, in modo particolare di quelle archeologiche considerato che abbiamo aree più vaste di quelle di Roma e di Pompei". Lo ha detto l'assessore regionale alla Cultura, Mario Caligiuri a Lamezia incontrando i dirigenti scolastici per fare il punto sulle attività finora portate avanti dai vari istituti nell'ambito del progetto Calabria Jones. "Quella di stamani - ha detto Caligiuri - è una prima riunione per effettuare una valutazione del progetto in corso d'opera e questo è un metodo che si dovrà adottare per tutte le iniziative che si svolgeranno in futuro. Calabria Jones, poi, ha due obiettivi fondamentali: uno politico che punta alla valorizzazione del patrimonio culturale e archeologico della nostra regione; l'altro educativo con l'intento di cominciare a strutturare l'identità degli studenti, in modo particolare di quelli delle scuole medie cui è rivolto questo progetto. La nostra idea, infatti, è quella di investire sulle persone, sui docenti ma anche sui ragazzi perché le idee si concretizzano con le persone". Quella calabrese, ha rilevato ancora Caligiuri, "é l'iniziativa più imponente mai fatta da una Regione per la valorizzazione del patrimonio archeologico. Ciò è stato riconosciuto anche dal ministro Profumo che verrà in Calabria per inaugurare l'anno scolastico". L'assessore regionale, infine, ha annunciato due appuntamenti che si svolgeranno in Calabria: dal 12 al 14 settembre verrà nella regione il giornalista televisivo Giacobbo che effettuerà una vera e propria visita dei siti archeologici e storici calabresi mentre il 24 settembre è previsto un incontro con i dirigenti scolastici di origini calabresi (168) che operano nelle altre regioni d'Italia. "L'obiettivo - ha dichiarato Caligiuri in merito a quest'ultimo appuntamento - è quello di far conoscere loro le bellezze della Calabria e far sì che si possano organizzare gite scolastiche d'istruzione anche nella nostra regione". Tra i "numeri" forniti nel corso dell'incontro quello relativo ai 5500 pernottamenti fatti finora, "che hanno rappresentato anche un movimento economico per questi territori", che ad ottobre dovrebbero raggiungere quota 25mila.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi