Inquinamento

Scarichi in mare,
denunce nel Cosentino

Ottantacinque persone denunciate alla magistratura ed altre 170 segnalate per una sanzione amministrativa: è questo il risultato di un'operazionedi contrasto all'inquinamento del mare iniziata nel dicembre2011 e terminata ieri dai carabinieri delle Compagnie di Scalea e Paola e disposta dalla Procura della Repubblica di Paola.

Scarichi in mare,
denunce nel Cosentino

 

MARE: SCARICHI IN ACQUE, DENUNCE E SANZIONI NEL COSENTINO
OPERAZIONE CARABINIERI SCALEA E PAOLA, SCOPERTI CASI ABUSIVISMO
            
            (ANSA) - SCALEA (COSENZA), 1 SET - Ottantacinque persone
denunciate alla magistratura ed altre 170 segnalate per una
sanzione amministrativa: è questo il risultato di un'operazione
di contrasto all'inquinamento del mare iniziata nel dicembre
2011 e terminata ieri dai carabinieri delle Compagnie di Scalea
e Paola e disposta dalla Procura della Repubblica di Paola.
   Nel corso dei controlli è stata verificata l'allacciatura
alla rete fognaria di 500 costruzioni tra abitazioni, complessi
residenziali, turistici e produttivi. Al termine delle verifiche
170 persone fisiche tra amministratori di imprese, condomini e
proprietari di abitazioni, hanno ricevuto una sanzione
amministrativa per avere effettuato scarichi di acque reflue
domestiche senza la prevista autorizzazione.
   Contestualmente altre 85 persone sono state denunciate alla
Procura per fatti penalmente rilevanti: alcuni per reati
ambientali per avere smaltito illegalmente rifiuti di vario
genere, altri per furto di acqua pubblica, altri ancora per
abusivismo edilizio. (ANSA).
 Ottantacinque persone denunciate alla magistratura ed altre 170 segnalate per una sanzione amministrativa: è questo il risultato di un'operazione di contrasto all'inquinamento del mare iniziata nel dicembre 2011 e terminata ieri dai carabinieri delle Compagnie di Scalea e Paola e disposta dalla Procura della Repubblica di Paola. 

 

  Nel corso dei controlli è stata verificata l'allacciatura alla rete fognaria di 500 costruzioni tra abitazioni, complessi residenziali, turistici e produttivi. Al termine delle verifiche 170 persone fisiche tra amministratori di imprese, condomini eproprietari di abitazioni, hanno ricevuto una sanzione amministrativa per avere effettuato scarichi di acque reflue domestiche senza la prevista autorizzazione.   

Contestualmente altre 85 persone sono state denunciate alla Procura per fatti penalmente rilevanti: alcuni per reati ambientali per avere smaltito illegalmente rifiuti di vario genere, altri per furto di acqua pubblica, altri ancora per abusivismo edilizio. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi